mercoledì 21 gennaio 2009

labirinto


Ho perso di vista il mio obiettivo, adesso mi aggiro dannata per questo labirinto.
Non riesco più ad andare avanti perchè non ho più sogni e cerco di vivere questa realtà nuda e cruda.

3 commenti:

Maurizio ha detto...

I tuoi sogni li hai solo dimenticati... potresti rimanere stupita dal fatto di riscoprirli un giorno, forse anche domani...
Grazie della tua visita... sembri una persona speciale... mi piace l'idea di scoprirlo un pò alla volta, "leggendoti"...
A presto

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao ti ho notato sul blog di Maurizio ,oggi per la prima volta, ma magari è solo una mia distrazione...ho visto dal tuo profilo fra le tue letture Donne che corrono coi Lupi, e L'uomo e i suoi simboli, ecco il motivo che mi ha poi spinta a dare una occhiata al tuo blog...perchè n genere, faccio poco zapping e preferisco approfondire più che allargare...sono sempre contenta quando trovo qualcuna che ha letto Donne che corrono coi Lupi, perchè è un libro che è stato per me imprtante e lo è tuttora, quanto a L'Uomo e i suoi simboli, sfondi una porta aperta, perchè non conto nemmeno più il numero di saggi sulla psicologia junghuana che ho letto, oltre naturalmente tutte le opere di Jung...insomma, io verrò qui spesso e vediamo se riusciamo a scambiarci qualcosa di valido
Un saluto con simpatia

Frida ha detto...

Questi libri, ed altri sul genere, li ho letti una decina di anni fà.
Ero alla ricerca di me stessa...e ancora lo sono,sentivo che sarei riuscita ad uscire dalla mia prigione...e ci stò ancora provando.
Mi hanno aiutato a comprendere l'immmensità delll'animo umano.
Consiglio "Donne che corrono coi lupi" a tutte quelle donne che osano andare in profondità.Ciao